Idropulsore può essere usato al posto dello spazzolino?

L’idropulsore è uno strumento disegnato e brevettato per l’igiene orale, solitamente un tempo venivano utilizzati solo dal dentista. Oggi invece abbiamo una serie di modelli in commercio che ci consentono di usufruirne comodamente a casa. Questo strumento ci consente una buona pulizia del cavo orale e la cura della salute delle gengive e dei denti. Si tratta in definitiva di un prodotto molto semplice da utilizzare, di dimensioni contenute e comodo da avere semprea portata di mano.

La funzione principale dell’idropulsore è quella di poter effettuare il lavaggio orale ma attraverso dei getti di acqua pulsata. Questo non significa però che possiamo utilizzarlo stabilmente al posto dello spazzolino da denti. In genere l’idropulsore va utilizzato solo ed esclusivamente dopo aver effettuato il lavaggio e lo spazzolamento con il dentifricio, e non può in alcun modo sostituirlo. Questo perché sostanzialmente si tratta di un dispositivo che funziona sfruttando un getto d’acqua pulsante, che può essere di diverse intensità a seconda del programma prescelto. Ma non consente lo stesso risultato dello spazzolamento manale dei denti.

Il getto d’acqua dell’idropulsore viene indirizzato attraverso una serie di beccucci differenti che sono strutturati per pulire con cura sia il solco gengivale sia lo spazio interdentale.

Quando utilizziamo un’idropulsore possiamo migliorare la detersione delle zone più difficili da raggiungere con lo spazzolino o con il semplice filo interdentale. E al tempo stesso avere risultati meno invasivi di quelli ottenuti con strumenti meccanici.

In commercio ci sono una serie di modelli diversi, che in generale si differenziano non solo per il brand o le dimensioni ma soprattutto per la potenza e per il tipo di beccucci presenti. I medici consigliano sempre di utilizzare questo strumento solo se non si hanno gengive sensibili o infiammate, perché in quel caso potrebbe essere deletereo. Se volete avere più informazioni riguardo a modelli e offerte seguite questo link .

L’idropulsore è studiato per dare ottimi risultati se usato giornalmente dopo lo spazzolino. Può rimuovere anche la placca e nel tempo ridurre il sanguinamento o l’irritazione delle gengive. Non è consigliato per rimuovere i detriti di cibo ma al tempo stesso si tratta di uno strumento meno invasivo. Viene consigliato se si hanno difficoltà ad utilizzare il filo interdentale spesso, oppure per casi specifici in cui abbiamo protesi o apparecchi fissi da pulire. L’idropulsore in quel caso aiuta ad evitare traumi meccanici alle gengive.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *